• © Angela Saieva

per Gigi Proietti Roma é con il lutto al braccio ma anche il mondo lo piange


© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Si sono svolti oggi i funerali del grande mattatore romano Gigi Proietti, scomparso nel giorno del suo ottantesimo compleanno. Le esequie sono arrivate nella Chiesa degli Artisti e solo rose rosse sulla bara. É stato accolto da un interminabile lungo applauso nel Teatro Elisabettiano e che d’ora in poi porterà il suo nome, per averlo creato e guidato con onore per diciassette anni nel cuore di Villa Borghese.

La solenne cerimonia, in presenza della moglie Sagitta e le figlie Carlotta e Susanna, è stata trasmessa in diretta Rai e si è aperta alla presenza di un picchetto dei Carabinieri e agenti della Polizia in alta uniforme, dove hanno deposto una corona di fiori, in segno di simpatia dell'Arma dei Carabinieri, per il personaggio da lui magistralmente interpretato del “Maresciallo Rocca”. All'esterno del teatro Brancaccio di cui è stato direttore artistico dal 2001 al 2007, è stato possibile seguire i funerali da un maxi schermo. Chiusi gli ingressi e spazi interdetti ai cittadini e alla circolazione, la piazza del Valadier, la via del Corso, il piazzale Flaminio e parte di Villa Borghese, per evitare assembramenti.

Un commosso saluto è arrivato da parte di tante maestranze, cittadini, amici e attori nati e cresciuti nel suo Laboratorio, colleghi ma anche da tutto il popolo romano e dal mondo che l’ha amato nelle sue mille sfaccettature di personaggi che hanno saputo farci riconoscere in ognuno di noi. Lacrime e commozione da parte di tutti i presenti e familiari.

Sui social altrettante le migliaia di parole di cordoglio scritte da alte cariche dello stato e personaggi della musica e non solo, da Sergio Mattarella, Giuseppe Conte, Matteo Salvini a Laura Pausini, Tiromancino, Iva Zanicchi, Cesare Cremonini, Veronica Pivetti, Alberto Angela che lo definisce quest’ultimo "Un intellettuale del popolo".

Tra gli interventi affiorano commossi quelli di Flavio Insinna, Enrico Brignano, Edoardo Leo, Paola Cortellesi. Tra i banchi altrettanti amici, Paolo Bonolis, Fiorello, Ugo Pagliai e Paola Gassman, Marco Travaglio, l'ad della Rai Fabrizio Salini, Rodolfo Laganà.

In diretta streaming arriva anche il saluto da Virginia Raggi, sindaca della Città, costretta in autoisolamento perché positiva al Covid 19. Nel suo discorso sottolinea: è fondamentale avere ricordi tangibili di chi è stata una grande persona. Gigi ha dato tanto ai romani e oggi Roma inizia a restituire tutto l'amore che ha avuto. Non appena la pandemia finirà, organizzeremo quello che ora abbiamo dovuto rimandare. Per noi è una persona speciale che non vogliamo dimenticare. Lui sarà sempre nel nostro cuore.


Tra i presenti anche Massimo Wertmuller, Paola Tiziana Cruciani, Marisa Laurito, Walter Veltroni. L'omaggio è partito dal Campidoglio, ai piedi della statua di Marco Aurelio. Il feretro di Gigi Proietti ha lasciato poi Piazza del Popolo per l’ultimo percorso, il Cimitero di Prima Porta, dove il corpo dell'attore sarà cremato.

Gigi Proietti, prima di andarsene però ci lascia la sua ultima traccia d’attore nel film “Io sono Babbo Natale” di Edoardo Falcone, dove interpreta i panni di un’incredibile romanissimo e dimesso Babbo Natale. Il film sarebbe dovuto uscire questo dicembre ma ancora nulla si sa ufficialmente dai distributori del film se intendono slittare il suo ennesimo capolavoro al 2021.

Roma ha proclamato il lutto cittadino per tributargli tutto il suo affetto, ma anche l'italiano oltre frontiera lo piange.

Ebbene sì, il “Gastone o Edmund Kean” l'eterno “Cavaliere nero” uno dei più grandi interpreti del cinema, della tv e del teatro italiano se ne va proprio il giorno del suo ottantesimo compleanno, quasi come a farci l’ultima sua “mandrakata“ ma raccoglie ancora adesso applausi perché come disse “LUI” stesso, in occasione dell'ultimo saluto fatto ad Alberto Sordi, “tutta la città sbrilluccica de lacrime e ricordi”.

Ecco maestro Gigi, é stato anche per noi un grande onore e un privilegio conoscerti. Tu non sei solo un grande uomo e un grande attore dove hai saputo interpretare i tuoi mille ruoli con umanità, passione e la giusta dose d’ironia. No Maestro, tu sei molto di più per tutti noi, sei e rimarrai per sempre… GIGI PROIETTI. Chapeau.

I servizi televisivi e stampa, redatti dagli studi televisivi di TeleVideoItalia Angela Saieva sono in collaborazione con la SDA FotoVideo Production, Channel-TV TeleVideoItalia.de Corriere d'Italia, AISE. SINE - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

170 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti