Il Sindaco Gert Hager di Pforzheim visita Naro

© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Naro riceve il Borgomastro tedesco, per l’intitolazione del largo adiacente San Calogero. Uno scambio interculturale e commerciale. Incontriamo Gert Hager, Sindaco di Pforzheim in occasione dell’intitolazione del largo adiacente, della rotonda di San Calogero alla città di Pforzheim, Naro si è svegliata in un clima di festa.

 

L’evento è stato presieduta dal Sindaco della città di Pforzheim, Gert Hager. Con l’inno nazionale tedesco e quello italiano, diretto dal maestro Rosa Maria Giunta del Coro Polifonico dei Pueri Cantores, il Sindaco Pippo Morello ed i consiglieri comunali Lillo Burgio, Angelo Gallo, Lidia Mirabile, Agostino Scanio, Vincenzo Fontana e Salvatore Milazzo, hanno dato vita alla seduta consiliare. Tra i numerosi cittadini hanno preso parola Ignazio Bonanno, ex emigrato, Calogero Sferrazza tutt’ora residente a Pforzheim, Giovanni Tesè dirigente regionale del Centro Orientamento Emigrati Siciliani, il Maresciallo dei Carabinieri Gaetano Pallavanti e il Priore della Matrice don Stefano Casà. L’intervento di Horst Basert, presidente dell’Associazione Italo-Tedesca, Anita Gondek, responsabile dell’ufficio integrazione del Comune di Pforzheim, Rolf Constantin, consigliere comunale e il Sindaco di Pforzheim Gert Hager, è stato conclusivo.

 

L’intestazione della “Piazza Pforzheim” fortemente voluta dai naresi emigrati, viene dal fatto che a Pforzheim ne risiedono in ca. seimila. A lubrificare il “motore” burocraticamente inceppato da anni, ci ha pensato il Sindaco Pippo Morello. – È stata un’ottima occasione, per consolidare questo contatto vivo ed illuminante tra Naro e Pforzheim – ha dichiarato – faró fede alle promesse fatte al Borgomastro di Pforzheim, Gert Hager, ai fini di definire non solo un programma di scambi interculturali e commerciali ma di mostrare: sia che Naro ha un patrimonio storico, monumentale ed artistico, sia di fare constatare origini e radici di coloro che hanno contribuito a ricostruire Pforzheim e a supportarne lo sviluppo economico ed industriale.

 

– Visitare  Naro è stata una bella esperienza che sicuramente ripeterò, ci dice il Sindaco Gert Hager – conservo un’ottima impressione dell’ospitalitá avuta dal collega, Pippo Morello. Parlare con i naresi ritornati in patria, dopo cinquant’anni di emigrazione a Pforzheim, mi ha fatto un certo effetto. Nella nostra Cittá, rispetto al lato oscuro dell’integrazione di ieri, l’emigrato di oggi si confronta decisamente meglio. Pippo Morello gestisce bene il suo Paese e i suoi abitanti, conclude, pertanto la loro prossima visita a Pforzheim rafforzerà di certo i nostri rapporti.

 

Suggestiva è stata la mostra fotografica, allestita nella villa comunale dall’Associazione Culturale Indara, seguita dalla degustazione di prodotti tipici casarecci, a cura dell’Associazione AUSER e della cooperativa sociale Network Word Social Project, concludendo con la rappresentazione della commedia “La Giara” di Pirandello a cura del Teatro Dialettale Calogero Gueli Alletti. Il consigliere comunale Lillo Burgio ci fa sapere che – Il legame di Pforzheim con l'Italia é fortemente legato al tema dell'emigrazione. Oggi sono consigliere, mentre ieri ero un emigrato a Pforzheim. La mia posizione e quella della mia generazione, testimonia in parte l’ineluttabilità del fatto che Italia e Germania sono insieme ed egualmente Europa. Naro si apre a Pforzheim, in una prospettiva che possa assumere valenza diversa rispetto al passato.

 

Pforzheim, all’inizio degli anni sessanta, è stata scelta dai naresi per la possibilità di lavoro nei cantieri edili, essendo stata semi-distrutta dai bombardamenti anglo-americani, nella seconda guerra mondiale. I primi emigrati a Pforzheim, quale i fratelli Calogero e Pietro Sferrazza aiutarono gli altri a salire e a sistemarsi dignitosamente nella denominata “Goldstadt” Cittá dell’oro, sino a formare la comunità narese più numerosa tra quelle residenti all’estero. Oggi, grazie al Sindaco Pippo Morello con l’attiva Giunta e i suoi consiglieri, anche per i “naresi” simboleggia ufficialmente una meritata targa.

 

Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi televisivi di TeleVideoItalia.de  in collaborazione con la SDA FotoVideo Production Channel-TV TeleVideoItalia.de  Corriere d'Italia  AISE  SINE  - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

Tags: le interviste di Angela Saieva

Please reload

 © Copyrigh TeleVideoItalia® - Angela Saieva www.televideoitalia.net - Alle Rechte vorbehalten  © www.televideoitalia.de - Umsatzsteuer Id.Nr.: 41175/50276  Die Bilder und Text sind  urheberrechtlich geschützt. Bitte beachten Sie, dass Ihre IP-Adresse wird in der Geschichte dieser Website erfasst und für den Fall der Verletzung von Urheberrechten identifiziert.