La Karlsruher FV compie 100 anni

 

 

© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Targa di riconoscimento alla squadra piú vecchia del Sud della Germania. I campioni della Bundesliga, riscendono in campo con una formazione composta al 90% da italiani. La prova vincente di un duro ma sano lavoro. Il Corriere d'Italia incontra la mitica squadra e i suoi componenti. All'insegna del Made in Italy é ritornata in campo piú forte che mai. Il Karlsruher FV, ricca di sani principi, ha rafforzato quello che era da lunghi anni il loro principale obbiettivo, scendere in campo a fare risplendere la meritata stella d'argento incisa nella maglietta.

 

Portiamo il nome di una delle piú anziane societá di calcio di Karlsruhe conosciuta quasi in tutto il mondo, racconta Vincenzo Pinelli, allenatore, calciatore e dirigente della squadra. Siamo riusciti a fare ciò che in pochi riescono e cioé di comporre una squadra col 90% di italiani. In questi anni passati, non è stato tutto rose e fiori, rammaricato confessa. Abbiamo avuto una serie di spiacevoli circostanze, troppa suscettibilitá tra coetanei, difficoltá e quant'altro, hanno portato il Karlsruher FV al fallimento. Ma il nostro gruppo non ha minimamente pensato a mollare tutto anzi, rimboccate le maniche si é rialzata come solo un buon italiano sa fare. Noi italiani sparsi nel mondo, orgoglioso conclude, ad ogni caduta troviamo sempre il modo di rialzarci sensa perdere tempo nel leccarci le ferite.

 

Nel 1910 siamo stati campioni della Bundesliga spiega Pietro Caiazzo, portiere e direttore sportivo della societá. Sono entrato a far parte del Karlsruher FV con l'intento di realizzare una squadra tutta italiana. Progetto riuscito alla grande. Sono da trentadue anni in Germania, mi sono integrato bene anche con la scuola e la maturitá. Non nascondo peró che mi manca il calore della mia Napoli. Quí in Germania c'é un vivere più meccanico, alla tedesca. Casa, lavoro, casa. L'orgoglio italiano lo sfoggio con i miei compagni connazionali e in questo modo, grazie anche a mia moglie e i miei figli che mi seguono da vicino, riesco a sentire la sensazione di essere in Italia.

 

Sono interessato al gruppo perché ha cuore e mi ricorda molto l'Italia, sostiene Calignani Emilio Salvatore, Vice direttore sportivo e medico della squadra. Da esperto, questi ragazzi sono ottimi elementi e hanno le facoltá di andare avanti in categorie superiori. L'obbiettivo é di ricevere ottimi risultati. Per rinforzare la squadra, stiamo selezionando altri tre giocatori da inserire nella prossima stagione. Quello a cui tengo di più, fa sapere, è la disciplina e l'educazione. Il Sindaco della Cittá di Karlsruhe ci ha consegnato con tutti i noveri una Targa di riconoscimento, quali campioni della Germania. Sono solo cinque le Targhe in giro, sottolinea fiero Calignani, le altre quattro ce l'hanno i soci. Tra l'armonia delle mogli dei giocatori incontriamo Marcella Santamaria che confessa di non amare il calcio ma in compenso ama Vincenzo Pinelli, a Luglio infatti si sposano. Ho trovato un'ottima compagnia ci dice Maria Caiazzo e culturalmente é un buon motivo per riunirci e stare insieme. Campanella Giuseppe di Racalmuto (Agrigento) rivela che segue da una vita la "vecchia signora"  Karlsruher FV. L'ha vista giocare e cadere. Grazie al nipote Giancarlo Clinca, capitano della squadra, da un anno sta avendo l'opportunitá di vederla rialzare con stile.

 

Sotto i nostri occhi e le telecamere di Tele Video Italia, il Karlsruher FV vince fuori casa cinque a tre. Un risultato davvero strabiliante. Buon sangue non mente. Basta ricordare con amore e tanto affetto il Papá di Vincenzo Pinelli, ex calciatore anche del Napoli, scomparso prematuramente. Al di lá di tutto, questa squadra in formazione tutta italiana ha grinta da vendere e vederla giocare oggi, ci ha fatto molto riflettere. Merita davvero un sostegno morale sia dai tifosi che dai diversi sponsor locali. Affiancarla ne vale la pena. Il punteggio ottenuto non li ha scomposti, anzi a fine partita, le squadre si sono riunite a gustare le specialitá culinarie del posto. Abbiamo visto un gioco di squadra compatto, cosí come quello della tifoseria che ha seguito l'emozionante partita. Un esempio di sportività da prendere in considerazione, anche nei grandi stadi.

 

Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi televisivi di TeleVideoItalia.de  in collaborazione con la SDA FotoVideo Production Channel-TV TeleVideoItalia.de  Corriere d'Italia  AISE  SINE  - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

 

Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi televisivi di TeleVideoItalia.de  in collaborazione con la SDA FotoVideo Production Channel-TV TeleVideoItalia.de  Corriere d'Italia  AISE  SINE  - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

Tags: le interviste di Angela Saieva

Please reload

 © Copyrigh TeleVideoItalia® - Angela Saieva www.televideoitalia.net - Alle Rechte vorbehalten  © www.televideoitalia.de - Umsatzsteuer Id.Nr.: 41175/50276  Die Bilder und Text sind  urheberrechtlich geschützt. Bitte beachten Sie, dass Ihre IP-Adresse wird in der Geschichte dieser Website erfasst und für den Fall der Verletzung von Urheberrechten identifiziert.