Eleonora Vallone dopo la pittura, attrice in televisione e al cinema, approdata con successo pure in campo sportivo

 

© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Una piacevole conversazione con Eleonora Vallone ha attraversato il campo della pittura, per poi fare l'attrice in televisione e al cinema. Adesso è approdata con grande successo pure in campo sportivo.


Passione per ilmare?
E' la domanda più bella che potessi farmi, perché credo che il mare sia la sintesi di tutto quello che amo di più in questa vita. Il mare per me non è una cosa da vedere, il mare è una cosa in cui mi devo subito immergere, devo quasi esserne posseduta: infatti in italiano il mare è un sostantivo maschile. È talmente avvolgente che da anche una sensazione dimaternità, diciamo che il mare non mi ha mai tradito, quindi lo rispetto forse più degli uomini.

Comé la vita da single?
Essere single, oltre ad essere un concetto numerico è un concetto mentale. Personalmente trovo affascinante l'essere single anche in coppia. Per quanto mi riguarda più si è capaci di essere single, più si può essere felici in coppia. Ci sono molte persone che vivono in coppia esclusivamente per comodità e questolo trovo orribile. Vvivere insieme è una vera scelta, un confronto continuo chesi deve avere.

Sei stata promotrice e ideatrice della ginnastica in acqua, con un metodo speciale da te brevettato. Vuoi dirci qualcosa in riguardo?
Volentieri, anche perché è stata davvero un'avventura! Il metodo si chiama Gym Nuoto ed ho pubblicato già tre libri sull'argomento. L'idea di questa ginnastica in acqua non è stata una vera e propria idea. Enata da un'esigenza mia particolare. Nel 1984 ho avuto un incidente stradale veramente drammatico mentre stavo andando a Milano per firmare un contratto televisivo con Canale 5. Sono rimasta in coma per 15 giorni e purtroppo l'uomo che viveva con me in quel periodo è deceduto. Quando sono riuscita a togliere i gessi e sono ritornata alla vita, sono rimasta ingessata per un anno.

Mi resi conto che in acqua non sentivo ildolore che invece avvertivo fuori dall'acqua! Sono sempre stata una donna molto sportiva, avendo sempre avuto questo attaccamento quasi morboso alla natura ed ho cercato quindi di riunire tutte lemie esperienze precedenti, la danza ritmica, la ginnastica, il pugilato, losci, il tennis, il jogging. Ho pertanto deciso di frequentare l'ISEF, ho frequentato dei corsi, mi sono iscritta a subacquea. Ho additittura conseguito il brevetto da bagnina - ride. In quel periodo ho vissuto una bellissima storia d'amore, durata 12 anni con un famoso campione del mondo di apnea. Questa persona mi ha convinto affinché andassi a proporre questo metodo direttamente alla Federazione, oppure al Coni. Sono riuscita afar patentare questo sport e così ho iniziato a proporre, per prima in Italia, questi corsi da istruttore, anche perché nel frattempo arrivavano moltissime richieste dall'estero.

Negli anni '80 stava riscuotendo grande successo anche l'aerobica di JaneFonda che, come tutti sapete, era stata pensata per fare in modo che lepersone che normalmente non sono molto sportive facciano un po' di movimento. Purtroppo proprio questo modo di proporre di fare sport a persone che non sono adeguatamente preparate ha creato diversi problemi (schiacciamenti vertebrali,lombalgie eccetera. Negli anni '90 gli americani così decisero di trasportare tutti gli esercizi di aerobica in acqua. La grande differenza tra il mio metodo e quello degli americani è proprio questa: il mio metodo è nato ed è stato concepito per essere svolto in acqua, mentre invece gli americani hanno trasportato in acqua gli esercizi che normalmente vengono svolti fuori dall'acqua. La mia disciplina è molto vasta, ci sono addirittura sei livelli di difficoltàcon oltre 2000 esercizi disponibili.

Inoltre, mentre l'aerobica in acqua è generalmente praticata solo dalle donne, la mia disciplina è praticata sia da uomini che da donne. Vi consiglierei proprio un esercizio che si chiama "ti tocco, non ti tocco" un esercizio che sembra quasi pensato per i single, senza malizia, in quanto è un esercizio che stimola moltissimo gli addominali. E poi c'è un secondo e esercizio molto simpatico che si chiama "il principe azzurro e la bella addormentata"... ma questo ve lo descriverò quando verrete a trovarmi in acqua!

 

Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi televisivi di TeleVideoItalia.de  in collaborazione con la SDA FotoVideo Production Channel-TV TeleVideoItalia.de  Corriere d'Italia  AISE  SINE  - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

Tags: le interviste di Angela Saieva

Please reload

 © Copyrigh TeleVideoItalia® - Angela Saieva www.televideoitalia.net - Alle Rechte vorbehalten  © www.televideoitalia.de - Umsatzsteuer Id.Nr.: 41175/50276  Die Bilder und Text sind  urheberrechtlich geschützt. Bitte beachten Sie, dass Ihre IP-Adresse wird in der Geschichte dieser Website erfasst und für den Fall der Verletzung von Urheberrechten identifiziert.