• © Angela Saieva

Terence Hill, il campione d’incassi, presenta il suo nuovo capolavoro "Il mio nome è Somebody”


© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Il 27 agosto il cinema all'aperto del castello Gottesaue di Karlsruhe ha beneficiato della straordinaria presenza di Mario Girotti, più conosciuto come ”Terence Hill, dove ha presentato di persona la prima del suo nuovo film "Il mio nome è Somebody”.


La sceneggiatura l’ha scritta in collaborazione con Luisa Tonon e l’ha diretto e interpretato con Andy Luotto, Giovanni Malafronte, Guia Jelo, Matt Patresi, Lorenzo Gasperini e Veronica Bitto. Le riprese sono state girate ad Almería, una comunità autonoma dell'Andalusia, ed è il primo lavoro cinematografico che recita con la propria voce senza essere doppiato. Il film, prodotto da suo figlio Jess Hill e da Vivi Film, segna il ritorno dell’attore Terence Hill dietro e davanti alla macchina da presa a distanza di anni.


Amato dal pubblico di tutte le età e generazioni, l’icona del grande schermo Terence Hill nel suo tour in Germania si è presentato anche al pubblico di Karlsruhe. Il Corriere d’Italia l’ha incontrato e con un’indescrivibile umiltà e grande generosità ci ha accolto calorosamente e onorato della sua presenza alle nostre telecamere.


Vuole parlarci del suo nuovo capolavoro e a chi l’ha dedicato veramente?

Si, è dedicato a Bud Spencer e poi se lo vogliamo dire, ho scoperto tutto sommato che il film è un po’ la sua storia, quella da ragazzo.


Ho avuto l’onore di intervistare il suo grande compagno del cinema Carlo Pedersoli, o meglio dire Bud Spencer. Quale feeling c’è stato tra di voi nei set?

Con Bud Spencer è stato quello da fratelli, divertente e avventuroso. I nostri sono stati film ricchi di esperienza, rispetto reciproco e per la natura, girati con armonia e in luoghi straordinari come Columbia, Sud America, Brasile etc.. Ogni volta era un’avventura ma lui diceva: è come tornare a scuola! Siamo due compagni e fanno o ci provano a fare qualcosa di bello.


Come ha conosciuto Carlo Pedersoli “Bud Spencer “ e com’è stato lavorare con lui?

Guardi, le accenno questo: “in quei tempi nuotavo nella stessa piscina e squadra Lazio di Carlo Pedersoli. Essendo lui un campione italiano dei cento metri stile libero, era per tutti noi un idolo e non mi permettevo di avvicinarlo. Ci siamo conosciuti realmente più avanti, sul set, poiché l’attore si era rotto il piede ed io l’ho sostituito. C’è stata solo una stretta di mano perché si doveva girare in fretta le scene, ma da lì è stato un crescendo. La nostra è stata una comicità “gestuale” comprensibile a tutti. Questo ha contribuito al successo di tutti i nostri film. Ho ricordi bellissimi di lui e non ci ho mai litigato. Lui ha inventato il caratteristico pugno a martello e dove il pubblico aspettava quel fatidico momento, mentre io quella della velocità con la pistola”. Il resto lo racconterò adesso sul parco, perché è un racconto molto divertente e bello e che per lo meno servono cinque minuti.


Ricorda com’è incominciata la sua carriera cinematografica?

Ho iniziato nel fare ruoli romantici e d’avventura. Per spogliarmi poi da questo personaggio sono partito in Germania. Tre anni dopo, ritornai in Italia con la mia nuova veste messa in pratica nei film Western che erano la mia passione e partii proprio da: Dio perdona…io no, di Giuseppe Colizzi, e Trinità. Fu una sorpresa anche per me quando il mio regista Barboni mi comunicò con entusiasmo di avere scoperto che il pubblico si divertiva seguendo i miei atteggiamenti nei film, mentre io credevo di fare solo delle cose sottili e con un po’ d’ironia. Da “Dio perdona…io no” si è consolidata comunque la famosa coppia “Bud Spencer & Terence Hill” grazie proprio alla scelta del pubblico che ci amava e si divertiva quando ci vedeva insieme.


Spesso nei suoi film lo abbiamo visto mangiare mele, fa parte del copione o che cosa?

No, niente di tutto questo. Le mangio spesso perché ne vado matto. Sono state una mia idea inserirle sul set. Ne ho sempre una di scorta, anche perché sono molto salutari! Ringrazio di cuore la vostra presenza e quella del Corriere d’Italia qui a Karlsruhe, l’ho davvero apprezzata come la grande accoglienza che mi è stata riservata in questo tour in Germania da tutti voi. Adesso ritorno in Italia a continuare il mio lavoro. Ciao Karlsruhe, ciao italiani, vi porto nel cuore!


Il settantanovenne attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano Terence Hill, nome d'arte dedicato alla madre Hildegard Thieme originaria di Dresda, esordisce nel mondo del cinema per caso grazie al regista Dino Risi che lo nota e lo scrittura per una parte nel film “Vacanze con il gangster”. Nel 1957 è Luciano in "Lazzarella" di Carlo Ludovico Bragaglia che lo fa conoscere al pubblico. La sua internazionale popolarità lo deve ai suoi ruoli nei film interpretati a fianco del suo inseparabile amico scomparso nel 2016 Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer. Insieme hanno rivoluzionato il genere western e lasciato un’impronta decisiva nel cinema italiano, anche per la grande passione per i fagioli e le divertenti scazzottate. Con Carlo Pedersoli hanno battuto record d'incassi con commedie come Spaghetti western, Lo chiamavano Trinità, consacrando la famigerata coppia a livello internazionale. Seguirono numerosi film di successo come: Io sto con gli ippopotami, Altrimenti ci arrabbiamo, Dio perdona...io no, etc., dove la comicità la mette in barba alla violenza spiazzando i cattivi e costringendoli sempre alla resa. Numerosi sono i riconoscimenti assegnati alla straordinaria coppia, tra questi il David di Donatello alla carriera. Interprete anche di fotoromanzi, Mario Girotti vede riaffermata la sua popolarità con la serie televisiva Don Matteo su RaiUno. Il Reportage televisivo redatto da TelevideoItalia.de in collaborazione con la SDA FotoVideo Production é visibile al sito ufficale televideoitalia.net e su corrierereditalia.de

Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi mobili televisivi di TeleVideoItalia.de in collaborazione con la SDA FotoVideo Production , Channel-TV TeleVideoItalia , Corriere d'Italia AISE, SINE - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

#eventi #incontri #spettacoli #HOME

29 visualizzazioni

ISCRIVITI GRATIS anche sul nostro canale YouTube: TeleVideoItalia.de e resta aggiornato sui servizi televisivi di TeleVideoItalia® Angela Saieva

 

 

 

 

 

 

 

Clicca sul nostro "LOGO" e

DIFFIDATE dagli "OMONOMI". ©Copyright www.televideoitalia.de

SDA FotoVideo Production

Fotografo italiano per matrimoni ed eventi

Per il tuo matrimonio ed evento scegli il tuo fotografo di fiducia  Da 35anni al servizio della clientela a prezzi competitivi.  Scegli il meglio, perché tu vali! 

  • SDA FotoVideo
  • SDA FotoVideo

Metti in evidenza la

tua musica, il tuo evento,

il tuo prodotto o la tua

attivitá commerciale con FOTO - VIDEO - TEXT

Giornale italiano in Germania dal 1951. Puoi riceverlo anche a casa contributo minimo di 20.- annuo. 

  • Corriere d'Italia
  • Corriere d'Italia