• © Angela Saieva

Gino Castelli apre a Stoccarda il megaconcerto dei "I Giganti Italiani"


© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Si è tenuto l’11 gennaio alla Porsche Arena di Stoccarda dei "I Giganti Italiani" e per l’occasione, incontriamo Gino Castelli, l’artista che ha aperto il megaconcerto dei colossi che hanno fatto la storia della musica italiana nel mondo, Toto Cutugno e I Ricchi e Poveri.


Gino Castelli, anche con te ci si conosce artisticamente da più di quindici anni. Tu con il tuo stile di musica inconfondibile e noi con il nostro stile Rock Pop abbiamo condiviso spesso gli stessi palchi e pubblico. Inutile ricordarti che sei un’artista formato a 360° e che hai saputo azzeccare tempi e miscelare la musica classica con la musica elettronica, cose che in pochi sanno davvero fare. Andiamo quindi a ruota libera e raccontami come si sta tra “I Giganti”.

Si è vero, sono felice di rivedervi e riabbracciarvi. Forse non tutti sanno che, quello che mi lega specie con i Ricchi e Poveri, non è solo la musica ma anche il fatto che loro sono i miei testimoni di nozze. Non potevo non essere presente al grande evento. Essendo un musicista nato, ho cantato meno e dedicato più alla produzione. Ho fatto due progetti in particolare interessanti, sia dal punto di vista musicale sia spettacolare, quindi unendo la musica classica a quella elettronica prendendo e sconvolgendo ad esempio “Le quattro stagioni di Vivaldi” ma avendo come collaboratore musicisti eccezionali come il secondo violino della Vienna Filarmonica, anche di Salisburgo, solisti eccezionali e quindi è nato uno spettacolo grandioso.

A Lindau abbiamo tenuto con successo la Prima. È uno spettacolo a tutti gli effetti teatrale e a maggior ragione mi auspico di poterlo presentare a breve in altrettante Città e Regioni. Ti dirò che ho scoperto, durante i miei due intensi anni di studio, che Vivaldi nei suoi tempi era moderno. Sei molto gentile e dolce nel chiedermi: a quando un Festival di Sanremo. Lì mi sono inserito alcuni anni e ho fatto anche un Castrocaro ma, ritenendomi più un musicista a tutto tondo, mi sono impegnato più allo spettacolo e a quanto pare il tempo mi ha dato ragione e grandi soddisfazioni.


Il secondo spettacolo, molto bello anche questo, si chiama “Ti amo” e ho rivoluzionato e miscelato anche lì brani della musica italiana e quella tedesca. Inizialmente non ero visto di buon occhio ma si sono riveduti ed è uscito uno spettacolo straordinario, accompagnato da ballerini di spicco peraltro italiani. Quindi come puoi capire, l’Italia non la lascio mai. Un bacio e un saluto a tutti.

Il servizio televisivo, redatto in collaborazione con la SDA FotoVideo Production, é visibile su www.televideoitalia.net e www.corriereditalia.de


Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi televisivi di TeleVideoItalia Angela Saieva in collaborazione con la SDA FotoVideo Production, Channel-TV TeleVideoItalia.de Corriere d'Italia, AISE SINE - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

47 visualizzazioni

ISCRIVITI GRATIS anche sul nostro canale YouTube: TeleVideoItalia.de e resta aggiornato sui servizi televisivi di TeleVideoItalia® Angela Saieva

 

 

 

 

 

 

 

Clicca sul nostro "LOGO" e

DIFFIDATE dagli "OMONOMI". ©Copyright www.televideoitalia.de

SDA FotoVideo Production

Fotografo italiano per matrimoni ed eventi

Per il tuo matrimonio ed evento scegli il tuo fotografo di fiducia  Da 35anni al servizio della clientela a prezzi competitivi.  Scegli il meglio, perché tu vali! 

  • SDA FotoVideo
  • SDA FotoVideo

Metti in evidenza la

tua musica, il tuo evento,

il tuo prodotto o la tua

attivitá commerciale con FOTO - VIDEO - TEXT

Giornale italiano in Germania dal 1951. Puoi riceverlo anche a casa contributo minimo di 20.- annuo. 

  • Corriere d'Italia
  • Corriere d'Italia