• © Angela Saieva

a Davide Shorty va il Premio Enzo Jannacci 2021


© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Anche nella settantunesima edizione del Festival della Canzone italiana, è stato assegnato il Premio Enzo Jannacci a un giovane talento, Davide Shorty, in gara tra le Nuove proposte con il brano “Regina”. A lui è andata una borsa di studio, per la formazione professionale. Per ovvi motivi legati alla Pandemia Covid-19, anche se a Sanremo, l’esito della vincita si è completato in collegamento.


Unanime è stata comunque la gioia e l’approvazione della giuria, nell’assegnare l’ambito “Premio Jannacci” al cantante siculo Davide Sciortino (questo è il suo vero nome), che ha rilevato in questo giovane artista caratteristiche che, indiscutibilmente, sposano perfettamente con il Premio Enzo Jannacci. Hanno riscontrato nell’arrangiamento del brano, una sonorità molto particolare e sono rimasti colpiti inoltre dalla qualità e dal timbro vocale del neo artista Davide Shorty, nella linea melodica intrigante.

Questo e tanto altro effettivamente sono quello che hanno riscontrato i membri della giuria, formata dal portavoce della NuovoImaie Dodi Battaglia (artista e membro della storica band dei Phoo), dagli artisti Maldestro, Mirkoeilcane, Mahmood e Tecla quali vincitori del Premio Enzo Jannacci negli anni precedenti, da Paolo Jannacci nonché figlio di Enzo Jannacci, dal direttore generale Maila Sansaini e Andrea Miccichè quale presidente dell'Istituto Mutualistico per la tutela degli Artisti Interpreti.

Nel seguire a leggere la motivazione, per l’assegnazione del Premio a Davide Shorty, lo stesso Paolo Jannacci ha specificato anche che: il frutto di questa scelta, è dato anche dalle sonorità che vanno dal modern funk/pop, agli arrangiamenti ispirati dai grandi maestri del rithm’n blues e dell’West Coast.

Io sono molto legato al Premio Jannacci non solo perché è intitolato a mio “padre” e che la NuovoImaie è una bella realtà, ha spiegato Paolo Jannacci, ma soprattutto perché è dedicato ai giovani. Ragazze e ragazzi che si confrontano con l’innovazione e con impegno etico, interpretare la loro realtà e, divertendosi, cercare di alzare il nostro livello di cultura. Seguiteremo a maggior ragione a conferire questo Premio, come abbiamo fatto anche gli scorsi anni con altrettanti validi giovani artisti.

Quest’anno il Premio che NuovoImaie ha voluto istituire a nome di Enzo Jannacci, era di particolare importanza per premiare un giovane, visto il momento che stiamo attraversando. Dare un segnale di speranza, premiando un giovane, secondo me è molto importante, dice Dodi Battaglia.

Da parte non solo mia ma da tutto l’istituto faccio i migliori complimenti a Davide Shorty, con l’augurio che questo sia l’inizio di una carriera piena di soddisfazioni e importante, specie se si parte da un Premio così importante come “Enzo Jannacci”.


Visibilmente emozionato e incredulo Davide Shorty, in diretta da Casa Sanremo, ha ringraziato l’intera giuria artistica ma principalmente NuovoImaie per il supporto che da ai giovani artisti e per il Premio conferitomi, anche perché è il primo premio che ricevo nella mia vita e pertanto ancora più speciale. Lo dedico a tutto il mio team e all’intera squadra anche perché, io ci metto la faccia ma alle spalle ci sono tutti loro che hanno contribuito a tutto questo e alla realizzazione di “Regina”.

Soddisfatti anche noi e sempre schierati con la buona musica ma soprattutto dalla parte dei giovani, non ci resta altro che aspettare dunque la nuova edizione del Festival di Sanremo e, perché no, vedere anche Davide Shorty nella lista dei big al Sanremo 2022.


Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi mobili televisivi di TeleVideoItalia.de in collaborazione con la SDA FotoVideo Production, Corriere d'Italia, SINE, Channel-TV TeleVideoItalia - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

7 visualizzazioni