• © Angela Saieva

Al via al Sanremo 2021 il Festival della rinascita


© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Siamo a poche ore dall’inizio cruciale del Festival di Sanremo targato “Ama Fiore” e nella conferenza stampa, data giornalmente in diretta su piattaforma Raiplay.it, i vertici Rai e il direttore artistico e conduttore del Festival Amadeus focalizzano alcuni dei tanti dettagli che apriranno questa sera la settantunesima edizione. Se pur concentratissimo Amadeus, tiene testa a tutte le domande e curiositá che gli vengono poste e con grande generosità e umiltà che lo contraddistingue, ci da ascolto rispondendo anche alle nostre domande.

Ringrazio anzitutto “Mamma Rai” per l’invito e la fiducia che mi da annualmente di parlare, oltre frontiera, di questa kermesse che partorisce mostri sacri della musica e che onorano l’Italia da sempre, non per ultimo vedi Laura Pausini con il Gloden Globe 2021. Amadeus, tu che hai fatto tanto per i nostri connazionali italiani, per la musica, per i giovani, per noi giornalisti e sei riuscito a portarci nuovamente tutti a Sanremo e a rimettere in careggiata questo non indifferente “carroccio” si fa per dire, ti chiedo: c’è un’opportunità per i nostri italiani in Germania, d’incentivarli e renderli più partecipi a seguire il Festival e uno spazio dedicato nell’arco di questa settimana da voi due “mattatori, te Ama e Fiore” che coinvolge in qualche modo l’italiano in Germania e comunque all’estero? "Magari con qualche saluto fatto da te e o Fiore a qualche famiglia emigrata e sparsa all'estero!" Ricevi in proposito i ringraziamenti dal Corriere d’Italia per l’intervista rilasciatami, anche per la loro testata, la scorsa edizione. Grazie di cuore e buon festival.

Grazie Angela, grazie a voi. Ovviamente, anche questo è importante. Hai ragione, ci sono tanti italiani all’estero e il Festival di Sanremo ha una cassa di risonanza enorme di noi. Attraverso Rai Italia, ovviamente è trasmesso e lo seguono in Europa, in America e veramente in tutto il mondo. La soddisfazione è poter portare la canzone italiana poi in giro per il mondo. Questa poi, credo, che è la gioia più grande per il Festival di Sanremo. Certo, ci saranno tanti momenti tra me e Fiorello e ci saranno sicuramente occasioni di salutare gli italiani all’estero e magari anche dei momenti in cui poi si ricorderanno le canzoni che sono partite dal Teatro Ariston e che adesso fanno il giro del mondo, magari da trenta quarant’anni. Grazie ancora a voi e per il lavoro che fate oltre frontiera.

Frenetici dopo la conferenza, diamo fede alle promesse, aderendo alle dirette con gli artisti protagonisti di questa kermesse e gli addetti ai lavori ma badando bene di non sforare con l’orario d’inizio del Festival, perché non vogliamo perderci nulla di questa edizione.


“L'ho fatto con tutto me stesso, pensando a chi vive di musica, tv e spettacolo, al Paese reale che sta lottando per ritrovarsi, ha detto con fermezza. Non ho spettatori in sala ma avrò applausi registrati e mi rincuora pensare che siano i vostri, da casa”.


È patita così la prima serata della 71esima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, o come dice il mitico Amadeus “70+1”. Il palco s’illumina subito dopo con lui che emozionato si fa il segno della croce e scende elegantemente l’invidiabile scala, aprendo a testa alta il suo Festival.

La regia spazia sulla platea vuota, mentre Ama e Fiore sdrammatizzano afferrandosi per mano e come due bambini gioiosi saltellano e scorrazzano tra le desolate poltrone, ma dal momento in cui le luci dell’imponente palco si sono accese, la percezione della voglia di normalità ha prevalso su tutto e su tutti. Entrati nel vivo del Festival che passerà senza dubbio alla storia per causa Covid, il primo segno positivo parte dalle Nuove Proposte che aprono la gara. Nessun altro conduttore aveva mai messo avanti e dato così tanta attenzione ai nostri giovani.

Dopo le quattro performance si parte subito con il voto, ancora una novità. Accedono così di colpo alla semifinale di venerdì Folcast e Gaudiano, mentre nulla da fare per Faggi e Avincola che per loro, il Festival 2021, finisce lì. Dopodiché, tra spettacolo, varietà e simpatiche gag con l’inimitabile showmen Fiorello la serata si avvia e uno dopo l'altro si sono esibiti poi anche i big Arisa, Colapesce-Dimartino, Aiello, Francesca Michielin-Fedez, Noemi (in sostituzione di Irama, dopo che un membro del suo staff era risultato positivo), Madame, Maneskin, Ghemon, Coma_Cose, Annalisa, Francesco Renga e Fasma.

Il padrone di casa del Festival, Amadeus e l’encomiabile mattatore Fiorello, non hanno deluso le aspettative e "Fai rumore" cantata da Diodato sullo stesso palco che l'ha premiato nel 2020, è stato per certo ricco di significato, specie per un Italia che vuole ed è pronta a ripartire. La prima serata è stata scorrevole e a prescindere dall’orario inoltrato e dai dati di ascolto, chapeau ad Ama e Fiore, poiché sono stati loro i veri vincitori assoluti di quest’anomala kermesse e a regalare al pubblico di casa alcune ore di musica e spensieratezza, allontanandoli dai problemi che l’Italia e il mondo intero sta vivendo. Il Reportage televisivo " 7 Giorni a Sanremo" redatto in collaborazione con la SDA FotoVideo Production, é visibile su www.televideoitalia.net e www.corriereditalia.de


Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi televisivi di TeleVideoItalia Angela Saieva in collaborazione con la SDA FotoVideo Production, Channel-TV TeleVideoItalia.de, Corriere d'Italia, AISE SINE - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

115 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti