• © Angela Saieva

I Negrita al Festival con I Ragazzi Stanno Bene


© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Per la rock band è la seconda partecipazione sul palco dell’Ariston. In gara al sessantanovesimo Festival di Sanremo, con il brano I Ragazzi Stanno Bene, ritornano dopo sedici anni dalla loro apparizione al Festival. Propongono un tema reale e che ha fatto discutere. Attivi e seguitissimi anche sui social, esprimono al meglio un aspetto legato al cambiamento e alla consapevolezza maturata attraverso anni di esperienza. Incontriamo i membri storici della band originaria di Arezzo, il frontman Paolo Bruni detto Pau, il chitarra solista Enrico Salvi in arte Drigo, Cesare MacPetricich alla chitarra ritmica. Con loro nasce da subito una simpatica complicità d’intesa, contornato da un grande e genuino umorismo e con grande umiltá, ci regalano grande attenzione.


Buon pomeriggio intanto e bene arrivati a Sanremo. La vostra musica è giovane e siete peraltro giovanissimi…

Ohhh, grazie. Già ti amo, ci interrompe simpaticamente Pau. Grazie di cuore ma sono già sposata, gli rispondo. Anch’io, ribatte sorridente Pau. Rotto il ghiaccio, ripartiamo a ruota libera con le nostre domande.

In tema ai nostri giovani connazionali italiani all’estero e ambiziosi di riuscita, voi siete l’esempio giovanile, pertanto chiedo sotto tale aspetto, come fare e mantenere un giusto equilibrio di gruppo e una buona musica nel tempo.

Uhhh, uhhh..., esclama il frontman Pau, mentre Enrico Salvi lo interrompe prontamente. È interessante la domanda che tu ci fai, perché ci dai la possibilità di spiegare perché in realtà avvolte litighiamo. Questo è perché ci aiutiamo e in qualche modo a correggere il tiro. Siamo tutti e tre critici e quindi dobbiamo poi essere tutti d’accordo, affinché una canzone passi, termina Enrico Salvi. Comunque stavamo scherzando, molto spesso non sono litigate di eco ma è proprio il desiderio comune, di raggiungere un obiettivo.


Angela, non so se ti ha risposto, perché mi ruba sempre la scena, ci chiede Pau divertendosi a stuzzicare simpaticamente Salvi. Ti ha risposto esaustivo?

No, rispondiamo stando al simpatico gioco, non mi avete parlato ancora della pirateria musicale e del vostro brano in gara al Festival.

Uhhh… la pirateria! Bella domanda. Per pirateria intendi tante cose, non é vero? Ehhh, la pirateria è un argomento che ci accompagna da quando siamo nati. Diciamo che la prima pirateria è nata contemporaneamente a enrita e quindi abbiamo vissuto tutta la nostra carriera accompagnati da affitta cd, dischi tarocchi venduti nei marciapiedi, masterizzatori e tanto altro. Abbiamo diciamo un bel trascorso, termina Pau, per quanto riguarda tutto questo. Come risolvere la pirateria? Con le troupe reali spagnole!


Oggi giorno devo dire con la musica che è seguita, ormai é praticamente gratuita in rete, ci dice Cesare MacPetricich. La pirateria in realtà è un po’ scomparsa, perché prima o poi, per non sorbire la pubblicità, ti fai un abbonamento gratuito.

Per quanto riguarda il brano in gara, per chi vede le cose come noi, potere urlare “NON MI VA” per almeno quattro sere di fila e davanti a milioni d’italiani, è un fatto liberatorio. È il top, confessa Pau. Il titolo del brano è un rifiuto, la non accettazione a una società contemporanea che ci regala e impone ogni giorno certe storture.

Abbraccio tutti gli italiani in Germania, termina Pau. È stato un piacere rispondervi e aggiungo anche che… Lei non è una Pirata… ma una Corsara!

Nella raccolta dell’omonimo “I Ragazzi Stanno Bene 1994-2019” oltre ai trentatré brani, troviamo anche altri tre inediti, appunto i “I Ragazzi stanno bene”, “Andalusia” e “Adesso basta”. La loro prima raccolta fu pubblicata nel 2003. L’album, con un Best of, esce proprio adesso e celebra a Sanremo i venticinque anni di storia e d’interminabili successi e sold out, di uno dei gruppi più amati e protagonisti assoluti della scena musicale italiana rock, I Negrita. Il servizio televisivo, redatto in collaborazione con gli studi della SDA FotoVideo Production, é visibile su www.televideoitalia.net e www.corriereditalia.de


Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi televisivi di TeleVideoItalia Angela Saieva in collaborazione con la SDA FotoVideo Production, Channel-TV TeleVideoItalia.de, Corriere d'Italia, AISE SINE - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

119 visualizzazioni