• © Angela Saieva

Il Maestro Andrea Cammilleri ci lascia e l'Italia piange la sua morte


© by TeleVideoItalia.de - Rotocalco italiano in Europa - Portale TV Stampa di Angela Saieva. Dopo essere stato colpito da un infarto, lo scrittore siciliano Andrea Cammilleri chiude inaspettatamente il suo capitolo e ci lascia. Era uno dei più importanti esponenti della cultura siciliana e non solo del novecento. Dai romanzi al teatro fino alle prese di posizione sulla politica, l’Italia piange uno dei suoi più grandi autori contemporanei. I messaggi di cordoglio dal mondo dello spettacolo, della politica, della Polizia di Stato e da gente comune invadono i social network.

La sua cecità non gli ha mai impedito di continuare a scrivere, del resto, è nato per raccontare storie e l’ha fatto fino all’ultimo. Con lui se ne va sia un pezzo di storia, sia chi ha dato voce al sud e al suo popolo. Scrittore, regista, autore teatrale e televisivo, sceneggiatore e saggista, autore della fortunata serie di romanzi sul commissario di Vigata Salvo Montalbano, il personaggio che ha accompagnato i suoi ultimi venticinque anni di vita, si inchina al suo pubblico ed esce di scena. Lascia a tutti un senso incolmabile di vuoto. Luca Zingaretti, scrive sulla sua pagina "addio maestro e amico, la terra ti sia lieve! Tuo Luca".

A chi gli chiedeva perché non andava ancora in pensione, un po’ per l’età e un po’ per la sua cecità, il Maestro rispondeva: “non si può smettere di fare ciò per cui si è nati”.

Il suo piú grande desiderio… “Se potessi, vorrei finire la mia carriera seduto in una piazza a raccontare storie e alla fine del mio cunto, passare tra il pubblico con la coppola in mano”.


Servizio televisivo e stampa, redatto dagli studi televisivi di TeleVideoItalia Angela Saieva in collaborazione con la SDA FotoVideo Production, Channel-TV TeleVideoItalia.de Corriere d'Italia, AISE SINE - © by TeleVideoItalia.de - Tutti diritti riservati.

55 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti